Allattamento al seno? Neonati più intelligenti

L’allattamento al seno ha sempre mostrato di essere in grado di migliorare la salute dei neonati e, su questo tema, ormai la ricerca medica ha fugato ogni dubbio. Quel che si ignorava finora è che potesse rendere i bambini più intelligenti.

madre allatta figlio al seno

Il latte materno infatti, pieno di benefici, era conosciuto finora per la capacità di passare anticorpi al bambino nel corso dell’allattamento, donandogli una maggiore resistenza fisica ed un sistema immunitario più forte. Ora, grazie ad uno studio pubblicato sulla rivista di settore “The Lancet”, scopriamo che tutti quei neonati che sono stati allattati a lungo dalle proprie madri risultano essere più intelligenti della media. Per giungere a queste conclusioni, gli scienziati della Universidade Federal de Pelotas, coordinati dal professor Bernardo Less Horta, hanno studiato il comportamento e testato circa 3.500 neonati.

Come spiega il luminare alla BBC, più a lungo i bambini sono stati sottoposti ad allattamento al seno, maggiore è stato il loro punteggio del test sul quoziente d’intelligenza. Di certo questo contrasta con gli attuali “protocolli” medici che consigliano di far bere latte materno al proprio figlio solo fino ai sei mesi di età. Un punto di vista davvero nuovo rispetto al passato e che punta il focus solamente sulla correlazione tra intelligenza ed allattamento al seno.

La ricerca brasiliana infatti mostra come ricchezza e grado di istruzione della madre non contino in questo caso, dato che i risultati si sono rivelati omogenei a prescindere dallo status sociale del bambini: ad un maggiore consumo di latte materno nel tempo è sempre corrisposto un quoziente intellettivo più alto. Secondo il coordinatore dello studio, tutto sarebbe dovuto al fatto che il latte materno offre un migliore apporto nutrizionale al cervello, essendo un’ottima fonte di acidi grassi saturi a lunga catena, basilari per lo sviluppo dei neuroni.

Forse gli standard per l’allattamento al seno possono essere leggermente modificati, che dite?

SvetlanaFedoseyeva

Lascia un commento