Dieta e tumore, cibi da mangiare e da evitare con il cancro

Richiesta di Consulto Medico Spett.le Dott.ssa, sono una ragazza di anni 44, peso 50 kg e sono alta 1,65. Dal 2007 sono affetta da sclerosi multipla R/R, negli anni trattata con diversi farmaci, al momento 1 fl al die di copaxone. Nel 2009 asportazione di melanoma e nel giugno del 2014 ho subito un intervento di mastectomia seno sx (neoplasia parenchimale di 2,9 cm – carcinoma duttale a medio grado con focale componente intraduttale).In terapia di Enantone e Exemestane. Il mio oncologo mi ha suggerito di eliminare in particolare dalla dieta le carni rosse, carni bianche, latte e derivati. Mi sono chiesto quali alimenti assumere per sostituire quest’ultimi da evitare…?? La ringrazio vivamente della sua attenzione.

dieta e tumore cibi da mangiare e da evitare s

Specializzazione Nutrizione Clinica Tipo di Problema Alimentazione e tumore cibi da mangiare e cibi da evitare Risponde la nutrizionista dottoressa Maria Assunta Coppola: per contatti diretti e visite cell. 328-2761714 – [email protected] a Pompei e Scafati (Na).

Salve, l’alimentazione in ambito oncologico sta assumendo sempre più rilievo, soprattutto grazie alle ultime ricerche che dimostrano l’essenzialità di una corretta nutrizione, in grado di incrementare la risposta alle terapie e ridurre le complicanze dovute alla malattia, alle stesse terapie e/o ad eventuali interventi chirurgici. Inanzitutto bisognerebbe mettere ” a riposo” l’insulina, ormone notoriamente anabolizzante, preferendo cibi non raffinati (orzo, farro, riso integrale, quinoa, legumi, pane integrale, verdure ed ortaggi di stagione), ed evitare latte e latticini, con l’eccezione della ricotta e dello yogurt, quest’ultimo promotore della corretta funzionalità intestinale. Mantenere efficiente la flora batterica e la corretta motilità del colon è necessario per ridurre il contatto di scorie e potenziali agenti patogeni con la mucosa, e per garantire la giusta efficienza del sistema immunitario, prima arma di difesa contro la patologia oncologica. Inoltre, vanno evitate le carni rosse e alcune bianche, soprattutto quella di pollo, a favore di fonti proteiche altrettanto “nobili” ma più vantaggiose nutrizionalmente, per la presenza di grassi polinsaturi omega 3 antinfiammatori (consigliati fortemente anche per la Sclerosi Multipla) , che sono presenti nei pesci “grassi” , quali sardine, acciughe, salmone , sgombro, tonno. Essenziale è preferire prodotti ittici di taglio “piccolo”, a ridotto rischio di accumulo di mercurio, metallo tossico per le nostre cellule. Nel caso specifico (tumore alla mammella) va eliminata inoltre la soia e derivati ( tofu, yogurt e latte di soia, tempeh), ricca in fitoestrogeni. Infine è consigliabile ridurre il consumo di sale a favore delle spezie, in primis il curry, che associato all’assunzione quotidiana di tè verde, rafforza la capacità antiossidante e detossificante dell’organismo.

Ovviamente tali indicazioni sono generalizzate e vanno personalizzate caso per caso, ond’evitare conseguenze spiacevoli (come nel caso del tè verde, in grado di chelare il ferro e aumentare il rischio o peggiorare un’ anemia sideropenica preesistente ). Spero di esserle stata utile, per qualsiasi ulteriore informazione resto qui a sua disposizione. Cordialmente

Leggi qui tutte le risposte della Dottoressa Maria Assunta Coppola

Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive“

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Lascia un commento