Ipocalcemia, i sintomi della malattia silenziosa che si deve sapere

Ipocalcemia è una malattia che colpisce in un grado più elevato per le donne. Questa malattia ha la sua origine in una carenza di calcio nel sangue e si presenta con sintomi di osteoporosi.

Il formicolio a braccia e gambe, difficoltà di concentrazione, dolori muscolari, o anche avere le palpitazioni sono altri indicatori di ipocalcemia, che dobbiamo valutare anche.

Tuttavia, la parte più complessa di questa malattia è che può influenzare la qualità della nostra vita senza che noi conosciamo molto bene il motivo. Quindi, vi offriamo la base assi di questo disturbo che avete in mente.

Ricordate, inoltre, che in caso di dubbio o di disagio la cosa più conveniente è quello di andare dal medico. Questa malattia può essere diagnosticata rapidamente con un semplice esame del sangue.

Vediamo più dati.

Che cosa è ipocalcemia

Parliamo di ipocalcemia quando c’è uno squilibrio in un elemento molto specifico il nostro sangue: il calcio.

Questo minerale adempie le funzioni di base ed essenziale per la nostra salute e il benessere. Ora, dobbiamo prendere in considerazione, inoltre, che il calcio è necessario non solo per la salute di ossa e denti forti.

Vi consigliamo di leggere anche quali sono i migliori esercizi per prevenire l’osteoporosi

depurar la sangre

Il calcio aiuta a fare certi ormoni per svolgere le proprie funzioni nei reni e dell’intestino. Questo minerale è essenziale per promuovere la coagulazione del sangue. Il calcio è anche importante per generare la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare. Inoltre, il calcio contribuisce all’attivazione di molti enzimi di base del nostro corpo. È utile anche per l’attività interna della membrana cellulare: promuove lo scambio di ossigeno e di nutrienti. Promuove l’assorbimento di una vitamina essenziale come la vitamina B12. Quali sono i sintomi di ipocalcemia? Lo Stress e l’ansia. Abbiamo iniziato a trascorrere momenti in cui possiamo affrontare il nostro giorno per giorno le responsabilità: facciamo fatica a concentrarsi, ci sentiamo confusi, agitati… Un altro dei sintomi più comuni è il formicolio muscolare. Sentirsi a disagio in faccia, sugli arti… È quasi come se fossimo formiche sotto la pelle. Stanchezza, crampi muscolari, intorpidimento delle mani… Problemi ai denti: abbiamo molto debole. Debolezza nei capelli, si può soffrire di alopecia. Inoltre, ipocalcemia, presenta anche con vari problemi della pelle. L’abbiamo notato molto secca e può anche soffrire di eczema o dermatite. Anche le unghie fragili.

Caída del cabello

Quali le cause di ipocalcemia

Una delle più comuni cause di ipocalcemia è un deficit di vitamina D. la carenza di questo minerale interesserà, per esempio, paratiroide, e che ostacolano la regolazione del metabolismo del calcio nel corpo.

Scopri anche questa bevanda naturale per combattere la fatica e il dolore alle ossa

In aggiunta, ci sono anche molte altre cause che solo gli specialisti saranno in grado di diagnosticare:

Insufficienza renale cronica. Il deficit di magnesio è anche un’altra causa molto comune di ipocalcemia. Alcuni farmaci (diuretici, trattamenti ormonali, antibiotici…) può anche causare problemi nella sintesi del calcio nel nostro corpo. Consumare l’eccesso di caffeina o bevande gassate è anche pericoloso. Come si fa a trattare ipocalcemia?

Trattamento dell’ipocalcemia è qualcosa che sarà deciso dagli specialisti in funzione delle nostre esigenze.

Tuttavia, questa malattia è di solito combattuto con la somministrazione di supplementi orali di calcio e di vitamina D.

L’obiettivo è quello di mantenere i valori di calcio nel limite del normale. Ora, il problema della gestione del calcio è che ci possono soffrire a lungo termine i calcoli renali.

Per evitare di litiasi, il più appropriato sarà quello di seguire una corretta alimentazione, a basso contenuto di sale e con un sacco di liquidi.

Come possiamo prevenire l’ipocalcemia?

In primo luogo, è importante chiarire una cosa: noi non dovrebbe mai prendere integratori di calcio per il nostro account. Questo è qualcosa che decidono il nostro medico. Automedicazione è pericoloso e non è raccomandato.

Si consiglia di consultare anche la sezione “primi sintomi della menopausa che dobbiamo prendere in considerazione“

In vista di ciò non possiamo sapere se si soffre di ipocalcemia, per non correre il rischio di sensibilizzazione “perché” il nostro livello di calcio attraverso integratori.

La cosa migliore è andare dal medico, e soddisfare le nostre esigenze particolari.

vitamina D hipocalcemia

Inoltre, è anche la pena di ricordare che il calcio non è solo nel settore lattiero-caseario.

Possiamo trovare questo minerale in grani, come le lenticchie o ceci. Le uova, le noci e i broccoli sono anche alimenti che sono molto appropriate.

È, semplicemente, per mantenere una dieta varia ed equilibrata, dove non perdere le sostanze nutritive. Per prevenire l’ipocalcemia, è importante per coprire le nostre riserve di vitamina D e magnesio. Non esitate né fare qualche esercizio. Andare per una passeggiata e di sfruttare i raggi del sole per sintetizzare la vitamina D.

Una volta di più, ricorda: in caso di dubbio, è meglio consultare un medico.

Sarà lui che decide se si debba o non prendere integratori ricchi di questi elementi.

Inoltre, è auspicabile che si deve prendere cura della salute della nostra tiroide, dal momento che essi svolgono anche un ruolo importante che coinvolge il calcio.

Lascia un commento