L’uomo che salva milioni di bambini con il tuo sangue

Questa è una di quelle storie positivo e pieno di speranza ci piace condividere con voi. Il nostro protagonista è un australiano di 78 anni, James Harrison. Anche se è più noto come “l’uomo del braccio d’oro”.

Vivere come una persona normale che si gode la sua vita tranquilla in Australia, sua figlia e, soprattutto, i suoi nipoti. Nessuno potrebbe dire che non è un eroe, e grazie a lui, oggi, due miliardi di persone che sono in vita a causa di qualcosa di molto speciale che contiene il sangue.

Sai che con noi questa incredibile storia.

Quelle strane coincidenze della vita…

james_harrison

Quando James Harrison, che era di 14 anni, è accaduto qualcosa di inaspettato, che trova, essendo solo un adolescente, sul punto di morte. Dopo un incidente, i medici sono stati costretti a rimuovere un polmone.

È stato diverse settimane in terapia intensiva e ha ricevuto diverse trasfusioni. Come ha spiegato a sua madre dopo, sono stati quasi 13 litri di sangue di cui si forniscono in modo che io possa continuare con la vita.

Influenzato dal fatto che un gruppo di sconosciuti a donare volontariamente il suo sangue per salvare la sua vita, il giovane James è stato proposto come obiettivo che, dall’età di 18 anni, la prima cosa che vorrei fare è di diventare un donatore.

E così ha fatto. Ora, l’ultima cosa che hai pensato è che, proprio il giorno dopo aver effettuato la prima donazione, ci sono state andando per la chiamata dall’ospedale per chiederle di venire subito…

Inoltre scopri come eliminare il colesterolo "cattivo" di sangue

Il sangue di James Harrison, sorgente di speranza

James-Harrison-Blood-donar

Nella metà degli anni ‘ 60 il tasso di mortalità infantile e di aborti è stata molto alta in Australia. Dal Servizio Nazionale della Croce Rossa ci ricordano che fatto. E ‘ stato qualcosa di terribile.

C’erano molte donne che hanno abortito e perso i loro bambini, senza essere in grado di capire il motivo. In altri casi, i bambini sono nati con gravi malformazioni che sono state lavorate a morte entro pochi giorni. Che cosa dovrebbe essere?

Non è stata la malattia di Rhesus. Se non avete sentito parlare di esso si dice che è una malattia molto triste in cui il sistema immunitario della madre riconosce il feto e le cellule del nascituro come un nemico per attaccare che per difendersi. Quindi aborti, e, di conseguenza, le malformazioni.

Questo è dovuto al fatto che nel sangue di una donna incinta può nascondere il temuto fattore Rh negativo (Rh -). Questa possibilità si aggiunge un altro: il padre trasmette a suo tempo per il bambino di componente con fattore Rh positivo (Rh-positivo).

La malattia di Rhesus è letale per il bambino e molto scioccante per attivare la madre a livello psicologico, a pensare che i propri anticorpi del sangue, hanno attaccato il feto. Tuttavia, grazie a James Harrison questo è cambiato radicalmente.

Dopo la prima donazione di sangue, i medici hanno capito che James era molto speciale:

Il suo sangue contiene un tipo di anticorpo che potrebbe combattere questa malattia immunitaria. Mediante il suo sangue, era in grado di sintetizzare un vaccino chiamato “Anti-D”, che impedisce che le donne che portano il fattore Rh-negativo a sviluppare anticorpi durante la gravidanza. Più del 17% delle donne in Australia sono portatori di questo fattore, in modo che l’aiuto e il sangue di James Harrison rimane oggi, vitale. Dono il sangue di James Harrison

pies bebe

Secondo il Servizio della Croce Rossa, le donazioni di James hanno già salvato più di due milioni di bambini. Due milioni di creature che sono stati in grado di essere nato senza complicazioni e condurre una vita normale, senza sequele.

La cosa più sorprendente è che, nonostante il fatto che James si sente felice per aver dato speranza a tutti questi bambini, non può negare che la donazione ancora più speciale, il più soddisfatto è prodotta è quello che ha fatto per salvare il suo nipote.

Per saperne di più su come eseguire il debug di sangue naturalmente

Per chi extrañísimas coincidenze della vita, sua figlia era un portatore del fattore Rh negativo, in modo che, ad oggi, il nipote ha molto da ringraziare nonno Giacomo.

Ora, è possibile che vi state chiedendo perché avete James Harrison di questo anticorpo. Che cosa è qualcosa di provvidenziale? È genetica? Piuttosto, la prima cosa che…

Come ci ha spiegato il motivo medico era in infortunio subito quando lei aveva 14 anni.

Il trattamento a cui è sottoposto, e il fatto di aver ricevuto molte donazioni da parte di persone diverse hanno fatto, alla fine, si sviluppano spontaneamente questo anticorpo.

Tuttavia, i medici possono non essere sicuro. Per il momento dobbiamo essere grati che James continuare a fare il vostro lavoro, nonostante il fatto che, come dice lui stesso, ha paura degli aghi e non ha il coraggio di guardare ogni volta che prendono il sangue.

Può essere che a questo punto vi chiederete: E che cosa accadrà quando James Harrison non è più?

Come spiegato dai medici, ci deve essere di più di persone con questo fattore. Manca solo la possibilità che danno con un altro donatore con caratteristiche simili. Un altro grande protagonista con un “braccio d’oro”, senza saperlo, essere una “fonte di vita” nel suo sangue.

Non è incredibile?

Lascia un commento