L’uso di Internet si è affermata tra i professionisti della salute

Il CESSIM (Centri per lo Studio dei Materiali dell’Informazione Medica), ha pubblicato il 3 ° barometro sull’uso professionale dei media digitali da parte della professione medica. Analisi.

Questo studio sull’uso di Internet da parte dei professionisti sanitari è stata svolta presso medici di medicina generale, specialisti e farmacisti.

Qui ci sono le principali lezioni che possiamo trarre da questo barometro.

Un consolidamento delle pratiche on-line per medici di medicina generale

In Francia, il 76% dei medici di medicina Generale utilizzano Internet almeno una volta alla settimana per ragioni di lavoro.

La principale fonte di informazione per medici di medicina generale rimane la stampa professionale (67%). Internet avviene solo dietro (47%) ha superato la visita medica (46%).

Per quanto riguarda i tipi di siti visitati, i medici di base sottolineare i siti istituzionali (80%) e informazioni pratiche. I siti di laboratori sono la perdita di velocità (37%) e posizione abbastanza lontano nella gerarchia.

Per il tipo di informazioni richieste, le informazioni su una patologia (48%), le raccomandazioni ufficiali (39%) o professionale di notizie (25%) prevalgono.

Un trend confermato anche : medici di medicina generale sono sempre più propensi a utilizzare internet durante una consultazione. L ‘ 82% dei medici intervistati di fornire l’uso di Internet durante la consultazione, rispetto al 69% nel 2008.

Un’altra tendenza : l’aumento della newsletter ricevuta, con più di 18 newsletter a settimana, di cui 1/2 lettura (52%).

Questo studio ci dice anche che l’uso dell’e-learning tra medici di medicina generale (gps) consolida con l ‘ 81% degli utenti, contro il 30% nel 2008.

Questo che il rilascio di questo studio, quali sono le differenze di utilizzo di Internet in base al profilo. Per i giovani medici, appena installato, Internet è considerato come una vera e propria fonte di informazioni, mentre per i medici generici anziani, Internet è uno strumento di comunicazione.

L’uso di Internet variazioni a seconda della specialità

Secondo questo barometro, l ‘ 85% di specialisti che utilizzano Internet almeno una volta alla settimana per ragioni di lavoro, nonostante la disparità a seconda della specialità. Reumatologi (98%), gastroenterologi (97%) e cardiologi (96%) sono più frequenti gli utenti di Internet è che gli psichiatri (71%), o ginecologi (66%).

Nonostante il crescente uso di Internet, la stampa, professionale (74%), il confronto tra i colleghi (62%) o visita medica (57%), che restano le principali fonti di informazione specialisti.

Specialisti preferiscono siti con informazioni mediche (società, accademico, stampa medica) e, in misura minore, informazioni pratiche. Come per il generalista, siti di laboratori di perdere il credito.

Altri specialisti dell’educazione, cercano soprattutto informazioni sulle malattie (46%) e le raccomandazioni ufficiali (36%).

Anche se il trend prosegue, gli esperti fanno meno uso di Internet durante la consultazione (52%) rispetto ai medici di medicina generale.

Come è stato il caso con i medici di medicina generale, c’è una diversa visione di Internet in base alle età tra gli specialisti. Per la maggior parte dei giovani, Internet sta emergendo come uno strumento necessario per la pratica, ma come per i più esperti, Internet è solo un add-ins per i media tradizionali.

Internet è ancorato nella pratica professionale per i farmacisti

Secondo questo studio, il 93% dei farmacisti utilizzano Internet regolarmente come parte della loro professione.

A livello di fonti di informazione, Internet è posizionato in seconda posizione (52%) dietro la stampa professionale (72%), e per gli scambi tra colleghi (43%).

Per i tipi di siti visitati, i farmacisti collegare con priorità, su siti che sono collegati per la gestione della farmacia loro e la loro pratica quotidiana : i siti dei grossisti (86%), database di farmaci (85%). Contrariamente ai medici di medicina generale e specialisti, farmacisti regolarmente consultare i siti internet dei laboratori (73%).

Riguardo i motivi principali per la consultazione di Internet, il 64% dei farmacisti dicono regolarmente per la ricerca di informazioni sul farmaco, mentre il 53% dichiara di seguire le notizie di professione, e il 52% di ordinare on-line.

Un interessante studio che getta un po ‘ di più sull’uso di Internet da parte dei professionisti della salute che si possono consultare sul sito web del Cessim.

Fonte : Cessim.fr

Lascia un commento