Le alghe come aiuti di bellezza

Tra i più antichi organismi viventi, pur essendo forme di vita primitiva, le alghe sono ricchissime di proteine, di aminoacidi e di vitamine e rappresentano un portentoso concentrato di sali minerali e di oligoelementi. A differenza di pesci e molluschi, poi, non assorbono le sostanze inquinanti, anzi ci aiutano a neutralizzare gli elementi tossici, grazie al contenuto di minerali che alcalinizzano il sangue. Insomma, sono un vero e proprio toccasana specialmente in inverno quando abbiamo estremamente bisogno di oligoelementi come il rame, lo zinco, il manganese che aiutano il sistema immunitario a mantenersi efficiente.

 Grazie alla loro estrema digeribilità e all’armonico bilanciamento dei loro nutrienti, si possono considerare tra gli alimenti più completi. Inoltre sono anche poco caloriche per il basso contenuto di zuccheri e grassi, e facili da utilizzare. Basta, infatti, aggiungerne piccole quantità a zuppe, legumi o verdure. Essendo ricche di sali minerali, vitamine e proteine e poiché sono in grado di migliorare la resistenza alla fatica, le alghe sono molto popolari nelle diete degli sportivi, che le assumono anche sotto forma di integratori in compresse.

Vengono utilizzate pure largamente nelle diete vegetariane e vegane e nella macrobiotica (dal greco dieta ‘della lunga vita’) che viene considerata nella filosofia orientale un’arte della salute e della longevità. Ma le alghe sono anche un vero toccasana per la bellezza del nostro organismo e vengono efficacemente utilizzate nei trattamenti estetici.

 Il perché è presto detto: trattengono l’umidità, svolgono un’azione idratante e disintossicante, ostacolano la formazione dei radicali liberi, migliorano la circolazione sanguigna, hanno effetti lipolitici sul tessuto adiposo e, per quanto riguarda la pelle, esercitano un’efficace attività rassodante e tonificante.

 Tutte queste peculiarità le rendono particolarmente efficaci nel trattamento di inestetismi quali la cellulite e le scottature, ma sono usate anche per molte altre problematiche legate alla cute: acne, eczemi, foruncolosi, psoriasi. Tanti, dunque, sono i prodotti per la pelle che hanno come ingrediente principale proprio le alghe: peeling, maschere, saponi, detergenti. E, di solito, quelle più utilizzate sono le brune, perché molto ricche di sali minerali, oligoelementi, aminoacidi essenziali e acido alginico.

Volete avere capelli sani, forti e sempre lucenti? Uno shampoo a base di alghe garantisce risultati davvero sorprendenti. Se, invece, avete problemi quali l’alopecia (caduta dei capelli a causa di malattia o di vecchiaia), fragilità o seborrea (secrezione esagerata di sebo da parte delle ghiandole sebacee), il consiglio è di fare un impacco due volte alla settimana miscelando due cucchiai di polvere di alghe con poca acqua, a una temperatura di circa 37°. Applicato sul cuoio capelluto, lo si lascia agire per 10 minuti, avvolgendo la testa in un asciugamano umido. Praticate un massaggio, risciacquate abbondantemente e fate uno shampoo neutro.

Infine nelle terapie alternative, oltre che in fitoterapia, le alghe sono utilizzate nella cosiddetta algoterapia in sinergia con la talassoterapia (sistema terapeutico che si avvale degli effetti benefici del clima marino e dei bagni in acqua di mare), ottimo cocktail terapeutico già in uso ai tempi di egiziani, greci e romani, che sfrutta appieno le proprietà curative, rilassanti e tonificanti dell’acqua di mare e del microclima marino.

Lascia un commento